Gli appuntamenti di Greenpeace GL Bari

sabato 23 aprile 2011

Io mi ricordo! 25 anni dopo Cernobyl


ll 26 aprile 1986 nell'unità numero 4 della centrale nucleare di Cernobyl in Ucraina (all'epoca Unione Sovietica) si verificò il più grave incidente nucleare della storia. L'incidente è stato causato da un esperimento: gli operatori volevano verificare se - in caso di perdita di potenza dovuta a qualche malfunzionamento - la centrale fosse stata in grado di produrre sufficiente elettricità per mantenere in azione il circuito di raffreddamento fino all'entrata in azione dei generatori di sicurezza. Poco dopo l’inizio dell’esperimento, il reattore andò subito fuori controllo fino a quando una violenta esplosione scoperchiò il tetto dell’edificio, pesante migliaia di tonnellate. Le barre di combustibile fusero all’innalzarsi delle temperature oltre i 2.000°C.
A distanza di 25 anni l'attenzione del mondo si è spostata altrove, ma noi non vogliamo dimenticare!

E tu cosa ricordi? Se vuoi aiutarci a ricostruire la memoria collettiva, proprio mentre è in corso un nuovo devastante incidente nucleare in Giappone, partecipa attivamente pubblicando una foto o un video di 30 secondi con quello che ricordi di quei giorni o con quello che i tuoi genitori, parenti e amici ti hanno raccontato in merito a quell'evento così drammatico. 
Come puoi farlo? Semplicissimo! Collegati al sito creato appositamente per l'evento e carica un tuo filmato, come hanno già fatto in tanti. Questo il link: http://www.generazionecernobyl.org/public/

 

martedì 19 aprile 2011

Facebook, ci piaci verde!

I volontari del Gruppo Locale di Bari di Greenpeace vi hanno fatto diventare protagonisti in prima persona della campagna internazionale di Greenpeace dal nome Unfriend Coal. Moltissime persone si sono avvicinate al nostro banchetto per tutta la sera e hanno messo la propria faccia per dire a Facebook di togliere l'amicizia al carbone e investire su fonti rinnovabili. Qui di seguito il video che racchiude in 100 secondi l'intera serata:



Tutto questo perchè Facebook alimenterà il suo nuovo colossale data center in Oregon a carbone!! Quindi con la nostra campagna virale Unfriend Coal vogliamo convincerli a cambiare strada: abbandonare le fonti fossili inquinanti e superate e scegliere una conversione totale alle energie rinnovabili.

Attraverso Unfriend Coal, migliaia di internauti stanno chiedendo a Facebook di preparare un programma di abbandono del carbone e diventare "carbon free" entro i prossimi 10 anni. 
Gli abbiamo dato una scadenza per l'annuncio del piano: il 22 aprile, in occasione Giornata della Terra. Facebook deve "rimuovere dagli amici" il carbone. 
Qui potete vedere le 100 migliori foto della serata e riconoscervi/riconoscere anche i vostri amici: http://bit.ly/goIV4O


Puoi dare il tuo contributo alla campagna in questo modo: 

- clicca "mi piace" sulla pagina Unfriend Coal
- condividi Unfriend Coal sul tuo profilo.

martedì 12 aprile 2011

Facebook, rimuovi il carbone dagli amici!

Venerdì 15 aprile a partire dalle 20:30, i volontari del Gruppo Locale di Bari di Greenpeace vi aspettano nella Taverna del Maltese (via Nicolai 67 - Bari) per farvi diventare protagonisti in prima persona della campagna internazionale di Greenpeace dal nome Unfriend Coal.


Sapete come Facebook alimenterà il suo nuovo colossale data center in Oregon? A carbone!!
Con la nostra campagna virale Unfriend Coal vogliamo convincerli a cambiare strada: abbandonare le fonti fossili inquinanti e superate e scegliere una conversione totale alle energie rinnovabili.



Quasi un anno fa Facebook annunciava la realizzazione in Oregon, Stati Uniti, di un colossale data center fornito dei più moderni computer ad alta efficienza energetica, per poter permettere a centinaia di milioni di utenti di connettersi al loro social network preferito.
Ottima notizia se non fosse che…l'azienda scelta per la fornitura energetica produce gran parte dell'elettricità dal carbone. Un colosso come Facebook può sicuramente scegliere dove costruire le sue infrastrutture e che contratti stipulare per la fornitura di energia. In più può usare la forza del suo marchio per promuovere politiche forti a sostegno delle energie rinnovabili, eliminare gradualmente il carbone e mostrare al resto del settore dell'Information Technology che è possibile farlo.
Da un'azienda così innovativa ci aspettiamo un impegno in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici. Attraverso Unfriend Coal, migliaia di internauti stanno chiedendo a Facebook di preparare un programma di abbandono del carbone e diventare "carbon free" entro i prossimi 10 anni. 
Gli abbiamo dato una scadenza per l'annuncio del piano: il 22 aprile, in occasione Giornata della Terra. Facebook deve "rimuovere dagli amici" il carbone. 

Se utilizzi Facebook, ma vuoi che si converta alle rinnovabili, ecco tutto quello che puoi fare:
- clicca "mi piace" sulla pagina Unfriend Coal
- condividi Unfriend Coal sul tuo profilo.


Ci vediamo venerdì 15 aprile e scopri come diventare protagonista! 
Il video che ha aperto la campagna virale Unfriend Coal:
(clicca su CC per cambiare lingua ai sottotitoli)

domenica 10 aprile 2011

I Subsonica contro il nucleare

Ieri 9 aprile, durante la tappa barese del loro Eden Tour, i ragazzi della band torinese hanno ribadito alle migliaia di fan presenti, la loro idea sul ritorno al nucleare e possibilità di privatizzare l'acqua. Difatti a metà concerto ha preso la parola Max Casacci, chitarrista del gruppo, invitando tutti a darsi da fare ed essere il cambiamento, bloccando sul nascere il tentativo della lobby nucleare di far ripartire la follia nucleare. Come farlo? Semplice! Sfruttare uno strumento chiamato referendum. Nonostante si stia cercando di non parlarne e di far si che non venga raggiunto il quorum, tutti noi dobbiamo fare il massimo per raggiungere questo difficile obiettivo. Superare il 50% e votare SI per fermare il nucleare con i prossimi referendum abrogativi.
Qui il video del momento del concerto in cui viene rivolto l'invito ai fan:



Alcune foto della serata


Per approfondire sui prossimi referendum:

mercoledì 6 aprile 2011

Concerto dei Subsonica

Il prossimo sabato 9 aprile, i volontari del gruppo locale di Bari di Greenpeace saranno con un banchetto informativo all'interno del Palaflorio di Bari, in occasione del concerto della band torinese dei Subsonica. Materiale informativo sulle campagne di Greenpeace e tutte le info sul prossimo referendum contro il nucleare. Greenpeace ha aderito al comitato nazionale "Vota SI per fermare il nucleare" (http://www.fermiamoilnucleare.it)  e il gruppo locale di Bari ha partecipato alla costituzione del comitato pugliese aperto a tutte le organizzazioni e ai cittadini che intendono opporsi al ritorno all’energia nucleare. Lo schieramento unitario e trasversale intende coinvolgere i cittadini nel respingere per la seconda volta nella storia del Paese la scelta nucleare per incentivare, invece, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e il risparmio energetico.
Ringraziamo fin da ora i Subsonica per ospitarci durante il loro concerto dell'Eden tour e darci una mano per sensibilizzare i cittadini di fronte ad una scelta fondamentale per il nostro futuro. Il Giappone ci ha lanciato un segnale forte e importante, ascoltiamolo e fermiamo la follia nucleare!
Vi aspettiamo come sempre numerosi!!!

Mappa Palaflorio