Gli appuntamenti di Greenpeace GL Bari

venerdì 10 novembre 2017

Ogni respiro è un rischio

Recenti ricerche hanno fornito prove sufficienti a dimostrare che l’esposizione ad uno specifico inquinante generato dai combustibili fossili, il biossido di azoto (NO₂), ha un impatto diretto sulla nostra salute e sulla mortalità. La principale fonte di emissione di NO₂ nei centri urbani è il sistema dei trasporti alimentato con combustibili fossili e in particolare le automobili diesel.
In Europa, ogni anno, circa 78.000 morti premature sono causate dal NO₂. L’Italia è il Paese con il più alto numero assoluto di morti premature (17.290) e con il più alto tasso di mortalità in eccesso (0,28 ogni 1000 abitanti), quasi il doppio rispetto alla media europea (0,15).
Ogni aumento dell’esposizione a questo inquinante è correlato ad un un maggior rischio per la nostra salute: non esiste un livello di esposizione che possa essere considerato sicuro. Respirare aria pulita è un diritto, è arrivato il momento di far compiere alle nostre città un deciso passo in avanti verso il futuro, fermando i diesel nelle nostre città.

Consulta i dati dei monitoraggi effettuati da Greenpeace nei pressi di dieci scuole di Roma.

Tutte le info ➡️ http://www.greenpeace.org/italy/it/Cosa-puoi-fare-tu/partecipa/stop-diesel/

Se vuoi costruire dal basso una #ReteNoDiesel, ecco un kit di strumenti di mobilitazione per lanciare e diffondere la tua campagna. ➡️ https://goo.gl/yKssey

venerdì 3 novembre 2017

Progetto foreste nelle scuole elementari

SALVIAMO LA GRANDE FORESTA DEL NORD! Questo il titolo della campagna di Greenpeace attiva da alcuni mesi per tutelare uno dei principali polmoni verdi del nostro Pianeta.
Difatti enormi estensioni di alberi che hanno svettato per decenni, o addirittura per secoli, vengono abbattuti per produrre fazzoletti o asciugatutto che verranno usati per qualche secondo e poi gettati via: questa è la drammatica verità dietro fazzoletti, carta igienica, asciugatutto e tovaglioli prodotti da Essity, il principale produttore di questi articoli in Europa, secondo nel settore a livello mondiale.
Anche per questo motivo i volontari baresi sono stati presso alcune classi elementari della città, con degli incontri mirati nel sensibilizzare anche i più piccoli delle terze elementari. Abbiamo chiesto ai bambini di aiutare l’Orsetto Olly, che abita nella Grande Foresta del Nord, a salvare la sua casa in pericolo a causa dell’uomo.
I bambini hanno scelto di essere amici di Olly e della Grande Foresta con gesti concreti come il NON SPRECARE CARTA e, qualora dovessero usarla, di acquistare quaderni, fazzoletti, carta igienica e fogli di CARTA RICICLATA NON SBIANCATA.
Il nostro ciclo di visite si è concluso in questi giorni presso la Scuola Primaria “Marconi”, qui a Bari.
A breve tutti i gruppi locali italiani che hanno sviluppato il progetto, selezioneranno i disegni più belli (in realtà sono tutti bellissimi), che parteciperanno al contest nazionale di Greenpeace Italia. Di questi i migliori tre riceveranno in dono un albero da piantare insieme ai volontari il giorno della Festa dell'Albero, il prossimo 25 novembre.

lunedì 16 ottobre 2017

La foresta vale più di un fazzoletto!

Lo scorso sabato i volontari di Greenpeace hanno effettuato un'attività di sensibilizzazione creativa nei supermercati di 23 città italiane, per informare i cittadini sui pericoli che corre la Grande Foresta del Nord, ovvero l’ecosistema forestale boreale, a causa della produzione di articoli di carta usa e getta come i fazzoletti. I volontari hanno lasciato tra gli scaffali dei supermercati dei cartoncini con la scritta “TEMPO – Non gettare via le foreste”, per chiedere al marchio di tissue - ovvero di articoli come fazzoletti, carta igienica, asciugatutto e tovaglioli - e alla sua casa madre, la multinazionale svedese Essity, di eliminare dalla propria filiera i fornitori coinvolti nella distruzione di aree importanti della Grande Foresta del Nord in Svezia, Finlandia e Russia.

Chiediamo a Essity di rivedere la propria politica di approvvigionamento, in modo da contribuire alla protezione della foresta Boreale e dei diritti delle Popolazioni Indigene che la abitano. «ìL'azienda deve aumentare l'uso di fibre riciclate nella sua produzione di fazzoletti, carta igienica, asciugatutto e tovaglioli e comunque non deve usare mai fibre provenienti da foreste ad Alto Valore di Conservazione.

A Bari i volontari hanno inoltre distribuito materiale informativo a Parco 2 Giugno, con suggerimenti su quanto ognuno di noi può fare ogni giorno, in concreto, per difendere foreste così importanti per il clima e la biodiversità del Pianeta. È importante innanzi tutto prendere coscienza dell’origine delle materie prime dei prodotti tissue che acquistiamo.
Scegliere prodotti di carta 100% riciclata post consumo e non sbiancata è già un ottimo passo in avanti. Inoltre, quando è possibile, è meglio utilizzare prodotti durevoli come tovaglioli e canovacci di stoffa, invece che prodotti monouso.

Petizione online di Greenpeace

Fotogallery (facebook)

martedì 3 ottobre 2017

Quiz Solare!

Alcuni volontari presenti al gazebo in via Argiro
Lo scorso 30 settembre, i volontari di Greenpeace hanno organizzato attività di sensibilizzazione in 19 città italiane, compresa Bari, invitando i cittadini a partecipare a un “solar quiz”, un modo divertente per testare il grado di conoscenza sul mondo dell'energia solare e degli energy citizen, ovvero chi produce in casa almeno parte dell’energia che consuma.
I volontari hanno inoltre distribuito una guida realizzata in collaborazione con Italia Solare, con informazioni pratiche su come diventare proprio un energy citizen. Dal costo dei pannelli al loro smaltimento, dalla possibilità di utilizzare energia di notte a come installare il fotovoltaico in condominio, in questa guida Greenpeace e Italia Solare hanno raccolto soluzioni e risposte a tutte le domande più frequenti sull’energia solare.
una delle tante partecipanti al nostro Quiz
A Bari il gazebo di Greenpeace era presente in Via Argiro angolo Corso Vittorio Emanuele e sono state davvero tantissime le persone che hanno partecipato al nostro quiz solare e quasi tutti hanno risposto correttamente, vincendo i nostri gadget in premio :)
Il Pianeta si sta scaldando a ritmi insostenibili, e gli eventi meteorologici estremi sempre più forti e frequenti ce lo ricordano tragicamente. Enormi sono le responsabilità di governi e grandi aziende, ma ognuno di noi può e deve fare qualcosa per contribuire a cambiare l’attuale modello energetico, che ci tiene vincolati ad energie inquinati e costose. Ogni cittadino può installare il proprio impianto fotovoltaico, fare efficienza energetica, oppure diventare membro di una cooperativa 100% rinnovabile. L’energia solare, inoltre, non fa bene solamente alla salute del Pianeta, ma conviene anche economicamente, visto che dopo aver ammortizzato l’investimento iniziale è possibile avere energia “gratuita” per almeno 15 anni.

Gallery foto su Facebook

lunedì 25 settembre 2017

Quiz Solare in arrivo @Bari

I volontari di Greenpeace del gruppo locale di Bari saranno a disposizione dei cittadini per un'iniziativa di sensibilizzazione sulle energie rinnovabili. Vi forniremo le informazioni di base sulle opportunità di autoproduzione di energia elettrica nell'ottica di diventare degli Energy citizens, cittadini che producono in autonomia l'energia di cui necessitano.
Vi mostreremo dei piccoli e concreti esempi pratici, ma soprattutto potrete giocare con noi al nostro ☀ QUIZ SOLARE! ☀ per scoprire che è tutto molto più facile di quanto sembri! Potrete testare la vostra conoscenza in materia di energia solare, pannelli ed impianti fotovoltaici e VINCERE ECLUSIVI GADGET GREENPEACE :) oltre alla nostra "Guida solare", contenente informazioni sull'installazione, la manutenzione, i costi, lo smaltimento e l'efficienza di un impianto solare domestico.
La rivoluzione energetica è possibile! ☀🌈
La partecipazione è gratutita. 
Vi aspettiamo in via Argiro angolo Corso Vittorio Emanuele!💚

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/534515490246994